Nov 23, 2013

Kind of... ALOO PARATHA - Piadina Indiana farcita

      English / Italiano

Another month, another interesting Bread Baking Babes challange. The Kitchen-of-the-month Karen of "Bake my Day" has chosen for the November rendezvous this delicious Indian flatbread, filled with potatoes and vegetables.
This month I've re-learned that not every disaster in the kitchen must land into the garbage (LOL: now...but at some point I was on the verge of an hysterical attack!...just to mention!).

Un nuovo mese, una nuova sfida interessante lanciata dalle Bread Baking Babes.
La "Kitchen-of-the-month", 
Karen of "Bake my Day" ha scelto per il mese di novembre la ricetta di una piadina indiana, farcita con patate e verdure.
Ancora una volta ho potuto constatare che non tutti i disastri in cucina devono per forza finire nella spazzature (ahahah: ora rido, ma c'è stato un momento dove ero vicinissima ad una crisi isterica!...tanto per non esagerare!)

Let's get started...:
The FILLING (as in the original recipe. You may consider reducing the dose, as Karen said, she had way too much filling)
1 ½  pounds (680 g) starchy potatoes, peeled and cut in half
1 jalapeño or other fresh hot chile, seeded and minced or more to taste
2 teaspoons ground coriander
freshly ground pepper
juice of 1/2 small lemon
melted butter

Cominciamo...:
LA FARCITURA (ricetta originale. Karen ci ha fatto notare che la farcitura era veramente troppa. Riducete le dosi, se desiderate).
680 g di patate farinose, sbucciate e tagliate a metà
1 jalapeño (perone messicano) o qualsiasi altro peperone piccante, tagliato a pezzettini (senza semi)
2 cucchiaini di coriandolo macinato
pepe macinato
succo di mezzo limone piccolo 
burro fuso

MY FILLING: (see picture below - FYI: I ended up with 515 g of filling):
Whaaat?! Only a couple of tiny potatoes left?!!! Luckily, I didn’t need to worry about that, as Karen had written: "Paratha will be perfect with any filling!", or something similar ;-) .
So, all I had to do was opening the freezer and choose: 
Leek and grated carrots (the “waste” I had deep frozen after making a fresh carrot juice). Then from the pantry I took a jug of organic, boiled chickpeas (you know, for the sake of healthy eating (vegetable proteins)) and the potatoes (not so many but probably enough to name it Aloo Paratha (Aloo = Potato)), thyme, curcuma, Szechuan Pepper, Italian spices and salt.
While I boiled the potatoes, I sauté the other ingredients and finally reduced everything to purée and went to bed... Because I had the urge to prepare the filling at 11 pm!! Karen, what have you done to me?! Your recipe was so intriguing that I could not wait ;-)

LA MIA FARCITURA (vedi foto qui sotto - nb: mi sono ritrovata con 515 g di farcitura)
"Cooooosa?! Mi son rimaste solo un paio di patatine?!" Meno male che Karen aveva scritto: "Il Paratha è perfetto con qualsiasi ripieno", o qualcosa di simile ;-). Quindi, tutto quello che ho dovuto fare è stato aprire il congelatore e scegliere:
Porri e carote grattugiate (Ecco fatto! Lo sapevo che prima o poi avrei utilizzato lo scarto che avevo congelato dopo aver fatto il succo di carota).
Vediamo, che altro: ceci lessati (evvai! Aggiungiamo anche le proteine vegetali!) e le patatine (poche, ma probabilmente abbastanza da poterlo chiamare Aloo Paratha (Aloo = Patata)), timo, curcuma, pepe di Szechuan, miscela di spezie italiane e sale. 
Mentre le patate bollivano, ho fatto un soffritto con gli altri ingredienti e infine ridotto tutto in purea… E poi: "Buona notte" ... Perché ho avuto la voglia irrefrenabile di preparare la farcitura alle 23:00! Karen, che mi hai fatto?! La tua ricetta era così intrigante che non vedevo l'ora di provarla ;-)


The Day After.... The DOUGH:
1 ½ cup (210 g) whole wheat flour
1 ½ cup (210 g) flour + more for the working surface
1 teaspoon salt
¾ cup (180 ml) lukewarm water (+ 2 ½ tablespoons )
1 teaspoon dried thyme (or ajwain, or ground cumin) 
2 tablespoons neutral oil 
neutral oil for brushing the breads (I've used melted butter

L'indomani: L'IMPASTO:
210 g farina integrale
210 g farina 00
1 cucchiaino di sale
180 ml di acqua tiepida (+½ cucchiai)
1 cucchiaino di timo secco (o ajwain, o cumino macinato)
2 cucchiai di olio vegetale "neutro" 
olio vegetale per spennellare il pane (ho utilizzato burro fuso)


THE SHAPING: I watched this video, that showed how easy it was to make Aloo Paratha and full of hopes I started..."It can't be that difficult, can it?"

LA FORMA: Dopo aver attentamente guardato il video per la preparazione dei Paratha ("Urrah, come è facile!") mi sentivo pronta per tuffarmi in questa avventura: "Dai, non può essere troppo complicato!"

Let's follow Karen instructions:
After the dough has rested (at least 30 minutes or the time it takes you to make the filling), set out a bowl of all-purpose flour and a small bowl of oil, with a spoon or brush, on your work surface. 
Lightly flour your work surface and your rolling pin. 
Break off a piece of dough about the size of a golf ball. 
Toss it in the bowl of flour and then roll it in your hands to make a ball (picture 1-2) (I've prepared 10 balls and covered them)
Flatten it into a 2-inch disk (picture 3), then use a floured rolling pin to roll it into a thin round, about 5 inches in diameter, dusting with flour as necessary (picture 4). 
Mound about 2 tablespoons of the filling into the center of one of the rounds of dough (picture 5)
Bring the edges of the round up over the top of the filling and press them together to make a pouch (picture 6)
Press down on the “neck” of the pouch with the palm of one hand to make a slightly rounded disk (picture 7).
So far so good... And that was it! Because ... Turn the disk in the bowl of flour and roll it out again into a round 6 to 7 inches in diameter (and precisely at this point, mine exploded (picture 9: many greeting from Bigfoot!)
Pat it between your hands to brush off the excess flour. 
Put the paratha on a plate and cover with a sheet of plastic wrap. Continue to roll all of the remaining dough into parathas and stack them on the plate with a sheet of plastic wrap between them. You can keep the paratha stacked like this for an hour or two in the refrigerator before cooking them if necessary. After my first paratha had exploded I raised my shoulders and thought: "Never mind! All beginning is difficult! Let's go on!", but then number 2 exploded as well (Gulp!?!) and I blamed it on the filling (what else?!). So for number 3 I reduced the filling: "Oh! C'mon, how came that number 3 has exploded, too?!!!!!". Number 4 was another failure, another explosion! 
It was then, at that precise moment that I understood: my Aloo Paratha would never ever look like the one Karen had showed us (oh Babe, how did you manage???!).
"I WANT the BBBuddies badge! I've been collecting them since May 2012 (Gotta catch 'em all! LOL) and no explosion will put me off!!" Therefore 
I had to find an emergency plan (the well-known Plan B)! 

Great Ingredients + Delicious Filling = Good Premises!
(to be continued. Pls read "My recovery plan"). 

Seguiamo le istruzioni di Karen:
Dopo aver preparato l'impasto, lasciatelo riposare per almeno 30 minuti (o il tempo che vi serve per preparare la farcitura), preparate una ciotola con della farina, una con dell'olio e un pennello. 
Infarinate leggermente la superficie di lavoro e il mattarello.
Staccate un pezzo d'impasto dalle dimensioni di una pallina da golf, immergetelo nella farina e poi formate una palla (foto 1-2) (ho formato tutte le palline e poi le ho coperte con pellicola trasparente ). 
Appiattitela per formare un disco di 5 cm (foto 3), da stendere con il mattarello infarinato fino a raggiungere un diametro di circa 13 cm. Spolverate con farina se necessario (foto 4).
Nel centro del disco posate un mucchietto di farcitura (la quantità di 2 cucchiai) (foto 5).
Portate poi i bordi del disco sopra la farcitura e formate un sacchettino (foto 6) .
Premete delicatamente con il palmo della mano per formare un disco leggermente arrotondato (foto 7)(E fino a qui, mi è andato tutto bene. Ma poi...)
Infarinate il disco nella ciotola della farina e stendetelo fino a raggiungere un diametro di 15-17 cm di diametro (ed è proprio a questo punto che il mio primo disco è letteralmente esploso (foto 9 : tanti saluti da Bigfoot!).
Con le mani, togliete la farina eccesso, posate il disco (paratha) su un piatto e copritelo con della pellicola trasparente. Preparate tutti gli altri paratha e disponeteli uno sopra l'altro con della pellicola trasparente come separazione (è possibile conservare "la torre" di paratha per una o due ore nel frigo, se necessario).
Quando il mio primo paratha è esploso, ho alzato le spalle e mi son detta: "Ups! Va beh, non importa, ogni inizio è difficile! Andiamo avanti..."), ma poi anche il secondo è esploso (GULP!!) e ho dato la colpa all'eccesso di farcitura. 
Così per il numero 3 ho ridotto la farcitura: "Nooo! Ma non è possibile!...E' esploso anche il terzo". Il quarto è stato un altro fallimento, un'altra esplosione!
E' stato allora, in quel preciso momento, che mi sono resa conto: i miei Aloo Paratha non sarebbero mai stati simili a quelli di Karen ("Oh Babe, ma come hai fatto???")... "Noooo! E ora? Come farò a ricevere lo stemma dei Bread Baking Buddies? Da Maggio 2012 ce li ho tutti, non ne ho perso nemmeno uno!!!"
Ormai sono diventata una collezionista accanita di stemmini delle Babes (anche perchè le ricette che scelgono sono sempre ottime).
"Mi ci vuole un piano d'emergenza!!!"
Ottimi ingredienti per l'impasto + Ottimi ingredienti per la farcitura = le premesse per un piano B squisito ci sono tutte!

(e l'avventura continua! Leggete "il mio piano di recupero) 

THE BAKING: Heat a griddle or cast-iron skillet over medium-high heat for a minute or two, then put on a paratha (or two, if they’ll fit) and cook until it darkens slightly, usually less than a minute. 
Flip the paratha with a spatula and cook for another 30 seconds on the second side. 
Use the back of a spoon or a brush to coat the top of the paratha with oil. 
Flip and coat the other side with oil. 
Continue cooking the paratha until the bottom of the bread has browned, flip, and repeat. 
Do this a few times until both sides of the paratha are golden brown and very crisp, 2 to 3 minutes total for each paratha. 
As the paratha finish, remove them from the pan and brush with melted butter if you’re going to serve hot; otherwise wait until you’ve reheated them.

LA COTTURA: Scaldate a fuoco medio-alto per 1-2 minuti una piastra o una padella in ghisa. Cuocete un paratha (o più, se ci stanno) finché non si "abbronzi" leggermente: di solito, in meno di un minuto. 
Con una spatola, capovolgete il paratha e cuocetelo per altri 30 secondi.
Spennellatelo con un po' di olio, capovolgetelo e spennellate anche l'altro lato.
Continuate a cuocere il paratha, capovolgendolo di tanto in tanto finché non sia croccante e di un bel colore marrone (circa 2-3 minuti).
Poi mettetelo su un piatto, e se desiderate servirlo subito, spennellatelo con burro fuso, altrimenti, spennellatelo solo una volta riscaldato. 

MY RECOVERY PLAN (as Claartje named it): 
IL MIO PIANO DI RECUPERO (così lo ha definito Claartje):

As number 1 and 2 and 3 and 4 literally exploded, I decided that the original Aloo Paratha and I were no longer to be friend.
So I took out the stand mixer (which, of course, I had just cleaned and put away!), tossed in the dough (all of it) and the filling (all of it) and started kneading, kneading, kneading.... Staring at it, waiting for that magical moment, when a messy mass would mutate into something more familiar... It took a long time, but finally a homogeneous sticky dough appeared: "WELCOME!".
So (the stand mixer still kneading), I started adding all-purpose flour, which I immediately substituted with whole wheat flour (considering healthy eating! ;-)). 

In between I even ran to the pantry to get some ground flaxseeds: since I had to pimp up my dough, well, I wanted to do it right!
And then, finally, a nice elastic and compact dough started cleaning the sides of the bowl: "Yeahhh!!!!" I was soooo happy.
PS: Since I had weighted the dough and the filling before the recovery plan I was able to calculate how much "extra flour" I had to add to the sticky mass:
 670 g of dough+ 515 g of 
filling= 1185 g sticky mass.
The compact dough was 1345 g, so I could easily find out that to get to it, I had added 40 g of ground flaxseeds and 120 g of whole wheat flour.
Then I divided it into 18 balls (foto 1) and let them rest for about 20 minutes, covered.
With a small rolling pin, I r
olled them out as thin as I could 
(foto 2), and baked them on the griddle.
When they had puffed up, I turned them and brushed the upper part with some melted butter (foto 4), as I did not want to use so much oil and butter as in the original recipe.
To make the story short (LOL): They were fantastic! My children asked me to make them again... A disaster with a happy ending! NB: I love HAPPY ENDING(s). 

Poiché i paratha numero 1 e 2 e 3 e 4 sono letteralmente esplosi, l'originale Aloo Paratha ed io non potevamo più considerarci amici ;-).
Così ho gettato tutto l'impasto e tutta la farcitura nella ciotola della planetaria (che ovviamente avevo già pulito e riposto nell'armadio) ed ho iniziato a impastare, impastare, impastare... fissando la ciotola, in attesa di quel magico momento: la mutazione...C'è voluto parecchio tempo, ma alla fine un impasto omogeneo e appiccicoso è apparso: "Benvenuto!!"
Quindi (senza smettere di impastare) ho iniziato ad aggiungere farina 00, prontamente sostituita con farina integrale (la quale è un po' più salutare ;-)) .
Nel frattempo sono corsa in dispensa a prendere i semi di lino macinati: già che dovevo trasformare l'impasto, tanto valeva farlo per bene!! 
Impasta, impasta... finalmente, un bell'impasto elastico e compatto ha iniziato a staccarsi dai bordi della ciotola: " Yeahhh!!" Felicità!.
PS: Poiché avevo pesato l'impasto e la farcitura prima del piano di recupero, è stato facile calcolare la quantità di farina "extra" che ho dovuto aggiungere alla "massa appiccicosa":
670 g d'impasto + 515 g di farcitura = 1.185 g massa appiccicosa .
L'impasto compatto è risultato di 1.345 g, di cui 40 g di semi di lino macinati e 120 g di farina integrale di frumento.
Poi ho diviso l'impasto in 18 palline (foto 1) e fatte riposare per circa 20 minuti, coperte.
Con un piccolo mattarello le ho stese il più sottile possiblile (foto 2) e cotte sulla piastra.
Una volta ben gonfie, le ho girate e ho spennellato il lato superiore con del burro fuso (foto 4), poiché non volevo utilizzare tanto olio e burro come nella ricetta originale. 
Per farla brave (LOL): Il risultato è stato strepitoso. I miei figli mi hanno chiesto di farli ancora... Insomma, un disastro con un lieto fine! NB : Adoro i lieti fine!


Fancy becoming a Bread Baking Buddy? Here's how it works:
- You have until the 29th to bake the bread and post about it on your blog with a link to the Kitchen of the Month’s post about the bread.
- E-mail the Kitchen of the Month (you'll find her name in my post) with your name and a link to your post OR leave a comment on the Kitchen of the Month’s blog that you have baked the bread and a link back to your post.
- The Kitchen of the Month will post a round-up of the Bread Baking Buddies at the end of the week and send them a BBB badge for that month’s bread.
No blog, No problem – just e-mail the Kitchen of the Month with a photo and brief description of the bread you baked and you’ll be included in the round-up.

Short glossary:
BBBabes: this group's creators.
Kitchen of the Month: the BBBabe who has chosen the recipe of the month. On his/her blog you'll find the recipe written in details.
BBBuddies: who's baking along, has sent the link and picture to the Kitchen of the Month and has received the BBB badge.

Volete anche voi entrare a far parte del mondo dei "Bread Baking Buddies”? Ecco come funziona:  
- Capire l'inglese (poiché non ho ancora visto nessun altro tradurre le ricette in italiano).
- Avete tempo fino al 29 di ogni mese per preparare il pane e scrivere un articolo a riguardo sul vostro blog, includendo un link alla Kitchen of the Month (cucina del mese – colui/colei che ha scelto la ricetta. Il nome lo trovate nel mio articolo).
- Mandare una E-mail alla Kitchen of the Month con il vostro nome e il link al vostro articolo o lasciare un commento sul suo blog, dicendo che avete preparato il pane e il relativo link al vostro articolo.
- The Kitchen of the Month pubblicherà alla fine della settimana una raccolta di tutti i BBBuddies e invierà loro il magnifico Badge per il pane di quel mese.
- No blog, No problems! Inviate una e-mail alla Kitchen of the Month con una foto ed una breve descrizione del pane che avete preparato. Sarete così inclusi nella raccolta di BBBuddies.

Con tutte queste sigle, piccolo glossario:
BBBabes: i creatori / creatrici del gruppo
Kitchen of the Month: il / la BBBabe che ha scelto la ricetta del mese. Sul suo blog troverete la ricetta passo per passo.
BBBuddies: tutti coloro che hanno preparato il pane del mese, inviato foto e link alla Kitchen of the Month e ricevuto il distintivo (Badge).    
                    

I've submitted this recipe to: Ho condiviso questa ricetta con:

"Bake Your Own Bread - Il Cestino del Pane" and "Made With Love Mondays"
Sweet and That's it
Made with Love Mondays, hosted by Javelin Warrior





Print Friendly and PDF

  Sign up to my free Newsletter. Iscriviti alla mia Newsletter gratuita.
To validate, please check your email (or spam folder) and press on the confirmation link. 
Per validare l'iscrizione, premi il link di conferma che riceverai per email (controllare la casella di posta indesiderata).


5 comments:

  1. I always love the sound of paratha but I've never attempted to give it a try. I'm a little intimidated by the process, but I think I'd really enjoy the results...

    ReplyDelete
  2. Wow Carola... fantastic pics of the process as well as nice and crisp parathas! Thanks for baking with us!

    ReplyDelete
  3. Hahahahahaha! I know it's wrong to laugh at the photo of your filling oozing out! I really do. But I can't help myself. I'm so glad you persevered to make great parathas.

    ReplyDelete
  4. My dear that has got to be one of the best saves in history.
    Now I think I really should try mixing the filling right in the dough. Why not? I think the taste will be close and just skip all that ooze stuffing!
    Excellent.

    ReplyDelete

MANY THANKS for your Feedback - IL VOSTRO COMMENTO MI STA A CUORE!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...